Home / Altri Comuni / Sospesi i ricoveri “no Covid”, garantite le urgenze

Sospesi i ricoveri “no Covid”, garantite le urgenze

A causa dell’aggravarsi della pandemia e della necessità di ulteriori misure per garantire sufficienti posti letto a disposizione dei pazienti Covid, l’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha dato disposizione a tutte le Asl del Piemonte di sospendere temporaneamente i ricoveri “no Covid”, escluse le urgenze, i ricoveri oncologici e quelli in fascia “A”, cioè da effettuare entro 30 giorni. Differite anche tutte le attività ambulatoriali, ad eccezione di quelle contrassegnate con codice “U” (urgenti, da garantire entro 72 ore) e “B”, da assicurare entro i entro 10 giorni. Esclusi dal provvedimento anche gli screening oncologici. In questo modo, la Regione punta a passare da un numero di posti letto dedicati al Covid di 2.201 (20% del totale disponibile) a 4.403 (35-40%), come previsto dal piano pandemico, a fronte di una soglia di occupazione che ieri ha superato di due punti la soglia critica, attestandosi al 42% (nella foto di repertorio: il reparto Covid dell’ospedale di Savigliano).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *