Home / Altri Comuni / Sant’Antonio Abate, qualche celebazione “resiste”

Sant’Antonio Abate, qualche celebazione “resiste”

Domenica 17 gennaio, festa di Sant’Antonio Abate, protettore degli animali e del lavoro agricolo. Causa pandemia, quest’anno le celebrazioni sono annullate o ridimensionate. A Savigliano non si tiene la tradizionale benedizione degli animali in piazza Cesare Battisti. In due frazioni, però, ci saranno piccole celebrazioni. Alla Cavallotta, alle ore 10.30, messa officiata da Padre Sestilio Coda, con la benedizione del “pane di Sant’Antonio”, dei sonetti, dei mezzi agricoli e degli animali domestici. A Tetti Roccia si festeggiano sia Sant’Antonio Abate che San Francesco di Sales (compatrono della frazione). Alle 11, messa solenne: don Beppe Scotta benedirà animali e mezzi agricoli (nella foto: l’anno scorso). Celebrazioni anche a Cavallermaggiore (ore 11. 15, San Michele), Monasterolo (Ore 11, Santi Pietro e Paolo) e Villanova Solaro (Ore 10, San Martino).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *