Home / Altri Comuni / Covid: il mistero delle “ripositivizzazioni” dei guariti

Covid: il mistero delle “ripositivizzazioni” dei guariti

L’area saviglianese è stata per pochi giorni “Covid free”. Sono 7 i casi registrati ultimamente sul nostro territorio: la mappa della Regione Piemonte lunedì ne indicava 4 a Cavallermaggiore (in realtà sono 6, tutti in casa di riposo, ma due sono residenti in un altro Comune), 1 a Murello (anch’egli ospite in una struttura per anziani), 1 a Savigliano (un uomo che probabilmente si è infettato in un ospedale) ed 1 a Racconigi (che però al sindaco non risulta: probabilmente si tratta di un errore perché è una persona residente altrove). Al di là dei numeri, comunque bassi, il dato che fa riflettere è che alcune tra queste persone erano già state dichiarate guarite. Dunque, nel Covid si può ricadere? «È uno dei quesiti aperti di questa nuova malattia» risponde Domenico Montù, medico responsabile del Servizio igiene dell’Asl Cuneo Uno. Un’altra possibilità – già verificatasi più volte – è che il tampone “sbagli”. «Non è un metodo infallibile» dice ancora Montù (nella foto: un tampone). I particolari sul numero attualmente in edicola.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *