Home / Cavallermaggiore / Case di riposo, luci ed ombre

Case di riposo, luci ed ombre

Scoppia il caso delle strutture residenziali per anziani. Se il Coronavirus entra, è devastante. A Cavallermaggiore la situazione più preoccupante: nei giorni scorsi si sono avuti numerosi casi sia tra gli ospiti che tra il personale. Sono già morte 8 persone. Altri tamponi sono stati fatti nella struttura e si attendono i risultati. A Savigliano la situazione è migliore: alla Chianoc sono stati fatti solo due tamponi a persone sintomatiche (avevano la febbre), risultati entrambi negativi. A Levaldigi finora tutto tranquillo, con nessun caso sospetto e nessun tampone. Della situazione delle case di riposo parliamo con Paolo Spolaore, gestore di quattro strutture nella Granda, tra cui la Chianoc di Savigliano. Nei giorni scorsi è entrato a far parte dell’Unità di crisi a livello piemontese. I particolari alle pagine 3 e 13.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *