Home / Savigliano / L’amaro sapore della frutta

L’amaro sapore della frutta

Mondo agricolo in fermento, in questi giorni, per la crisi del settore frutticolo, specie per la coltura delle pesche, molto sviluppata nel nostro territorio. I produttori sono tenuti sotto scacco da prezzi in caduta libera, spesso più bassi dei costi di produzione, e da tempi di pagamento lunghissimi. A discutere di questo drammatico momento per l’economia locale legata al settore primario sono stati, nei giorni scorsi, due sindacati agricoli: Coldiretti e Confagricoltura. Per la prima, il comparto è alle prese con comportamenti «vergognosi» lungo la filiera e con «assurdi paradossi del sistema assicurativo». Coldiretti chiede alla Regione lo stato di crisi e si sta muovendo per arginare il problema. «Abbiamo ottenuto in Camera di commercio l’istituzione delle commissioni per rilevare le quotazioni di frutta fresca e nocciole; un passo avanti importante per rendere più trasparente la filiera» annuncia il presidente piemontese dei “berretti gialli”, Roberto Moncalvo. Per Confagricoltura, bisogna puntare sulla qualità e sul riferimento al territorio, «perché questi – evidenzia Enrico Allasia, presidente dell’organizzazione agricola a livello piemontese – rappresentano la migliore garanzia per l’ottenimento di condizioni di mercato adeguate». i particolari a pagina 14.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *