Home / Altri Comuni / Elezioni politiche 2018: domenica si va al voto nell’incertezza

Elezioni politiche 2018: domenica si va al voto nell’incertezza

seggio-savigliano-elezioni-politiche-2013

«Di solito, quando non sai cosa votare, scegli il meno peggio. Ma stavolta non riesco nemmeno ad individuare il meno peggio…». Questa è una delle tante conversazioni che abbiamo captato in questi giorni in vista del voto di domenica 4 marzo, quando rinnoveremo il Parlamento. Gli italiani, sempre più lontani dalle urne, si preparano all’appuntamento elettorale con disincanto e delusione. La nuova legge elettorale pare possa portare un clima di incertezza: lunedì l’Italia potrebbe risvegliarsi senza un vero e proprio vincitore e dunque con di fronte una lunga trafila per formare il governo, come ai tempi della Prima Repubblica. Difficile, se non impossibile, che uno dei tre maggiori schieramenti – Centrosinistra, Centrodestra e Movimento 5 Stelle – riesca a far suo l’intero malloppo di seggi per accaparrarsi la maggioranza in entrambe le Camere e dar vita ad un governo “monocolore”. A livello locale è stata una campagna elettorale molto sommessa, forse in virtù del fatto che questa volta conta molto il voto al partito piuttosto che alla persona: non ci sono preferenze e i candidati che si sfidano nei collegi uninominali spesso hanno il “paracadute” nei listini proporzionali.

Ampi servizi nel giornale in edicola oggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *