Home / Savigliano / Firme false: il sindaco Cussa verso le dimissioni

Firme false: il sindaco Cussa verso le dimissioni

Giuramento-Cussa1

Saranno tutti processati. Il sindaco di Savigliano Claudio Cussa e i tre esponenti della lista Moderati implicati nel caso “firme false” alle ultime elezioni comunali sono stati rinviati a giudizio.Il procedimento riguarda la raccolta firme per la lista che appoggiava Cussa alle elezioni 2014. Pochi giorni prima del ballottaggio, un candidato della lista Moderati, Rocco Tiranno, fece scoppiare il caso, asserendo che le firme nella sua lista (risultata non eletta in Consiglio) erano state raccolte in modo irregolare. Le indagini si chiusero nel gennaio scorso. Questa mattina, al tribunale di Cuneo, si è tenuta l’udienza preliminare davanti al giudice Alberto Boetti. Oltre al primo cittadino di Savigliano sono stati rinviati a giudizio Antonio Motta, ex presidente del Consiglio comunale, ed altri due candidati dei Moderati: Michele Di Mauro e Gaetano Montalbano. La prima udienza si terrà il 25 ottobre prossimo. Il fatto giudiziario avrà anche una conseguenza politica. Come aveva annunciato più volte, Cussa rassegnerà le proprie dimissioni. Potrebbe essere questione di ore, forse di qualche giorno, ma la strada pare proprio tracciata. A Savigliano arriverà un commissario prefettizio che reggerà il Comune fino alle prossime elezioni, probabilmente tra un anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *