Home / Savigliano / Tarsu: stangata annunciata

Tarsu: stangata annunciata

rifiut.jpg

Con il 2010, a Savigliano, sono state tolte le agevolazioni sulla Tarsu (tassa rifiuti) per chi vive in campagna e non ha i cassonetti vicino casa. «Li avvicineremo» era stato detto. Ma, almeno per ora, quanto promesso non è stato mantenuto. «Con il nuovo appalto della raccolta rifiuti – ha detto l’assessore Cussa – lo faremo». Ma intanto in questi giorni è montata la protesta.

2 commenti

  1. QUANDO IL COMUNE SARA’ IN GRADO DI DARE ANCHE AI CITTADINI EXTRAURBANI I SERVIZI CHE GIA’ STA’ OFFRENDO A CHI VIVE IN CITTA’ NOI SAREMO FELICI DI PAGARE, IN QUESTO MOMENTO QUEL “LO FAREMO” E’ UNA VERGOGNA.
    IN SOSTANZA NOI EXTRAPERIMETRO PAGHIAMO COME CHI ABITA IN CENTRO E I CASSONETTI PIU’ VICINI SE CI SONO SI TROVANO A 2 KM.
    INFINE SI MORMORA CHE CON I SOLDINI CHE IL COMUNE INCASSERA’ DA CHI ABITA NELLE PERIFERIE NON VERRA’ MIGLIORATO IL SERVIZIO NELLE CAMPAGNE MA SI FARA’ LA RACCOLTA PORTA PORTA PER CHI ABITA IN CENTRO.
    MA CHE BELLA EQUITA’ DI TRATTAMENTO.
    ASSESSORE CUSSA ,PER FAVORE, MI SPIEGA IL SENSO DELLA COSA, PERCHE’ CON TUTTA LA BUONA VOLONTA’ NON L’HO CAPITO!!!!!!!!!!!
    ATTENDIAMO RISPOSTE E CHE SIA SENSATE.

  2. mi complimento per la sintassi.Cosa dovrebbero dire gli”urbani” che fino ad ora hanno lautamente pagato il servizio anche per chi abita fuori il”perimetro”?
    Questa visione medioevale non porta da nessuna parte;se tutti pagassero le tasse (vedi l’ICI per case rurali che non hanno più tali caratteristiche)forse il trattamento sarebbe più equo per tutti invece si fa prima a lamentarci che guardare ognuno nel proprio “orticello”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *