Home / Spettacoli / Due giorni tra le erbe e le spezie di QuintEssenza

Due giorni tra le erbe e le spezie di QuintEssenza

quintessenza1.jpg

Il tema di Quintessenza sarà quest’anno “i colori dalla natura”. La kermesse su erbe e spezie, nata dodici anni fa, torna sabato 16 e domenica 17 maggio.
La liaison secolare con la vicina Liguria ne fa un ospite naturale: la Confraternita del Pesto con un’isola gastronomica dedicata all’omonima salsa e le focacce aromatizzate in infinite varianti, sono un ottimo approccio per iniziare la scoperta del gusto. Tanta tradizione e tanto futuro: un confronto con l’uso del mortaio diventa un esercizio alternativo al mouse per i più giovani. Quest’anno, infatti, i laboratori didattici per i bambini avranno un’area dedicata alla produzione del pesto secondo il metodo più antico e solo con le materie prime della tradizione, ad iniziare dal sale grosso. Per intenderci quello fine non è da puristi del pesto!
Sempre per chi ama la buona cucina e la tradizione ci sarà un percorso gastronomico sabaudo in tre tappe partendo dall’alto della Torre Civica con la Zuppa di Caterina d’Austria, per poi scendere nelle antiche prigioni saviglianesi che ospitano, oggi, la sede dell’associazione Terre dei Savoia con un assaggio dei formaggi del castello di Racconigi abbinati a mieli, confetture, erbe aromatiche e spezie; quindi, per finire in dolcezza, in piazza Santarosa, una crema caramellata alla lavanda con salsa di frutti di bosco alla vaniglia. Il percorso cultural-gastronomico è a cura del giovane chef Marco Roberto dell’Eccellenza al Palato.
In un tempo lontano, in cui la chimica non aveva ancora avuto il suo avvento, anche i colori per i tessuti o per la pittura erano spesso esito di particolari lavorazioni delle sostanze naturali. Alcuni artigiani illustreranno le tecniche e le applicazioni dei colori dalla natura. L’estrazione a freddo da piante e fiori del colore e la tintura di tessuti e carte, e il trattamento dei filati saranno per molti una scoperta anche da sperimentare con le proprie mani.
Per la prossima edizione è prevista la presenza di circa 150 produttori di eccellenze nella centralissima piazza Santarosa, sui cui banchi sarà possibile trovare delle vere rarità: erbe selvatiche, mix di aromi, essenze medicamentali. Tutti i gli espositori sono selezionati con criteri assai scrupolosi.
Tra le aree espositive poi, un corner, ArtigianalMenta, in cui saranno presenti gli artigiani che usano e lavorano erbe aromatiche e officinali. L’iniziativa è realizzata con la collaborazione di Confartigianato Cuneo e con il settore Eccellenza Artigiana dell’Assessorato alle Attività produttive della Regione Piemonte.
Aree degustazioni, curiosità a tema e un’intera cittadina ricca di storia chiese e palazzi per poter passare una bella giornata fuori porta.
Nella sola giornata di domenica avranno luogo nelle vie e piazze del centro cittadino altre attività: il Mercatino del Gusto con prodotti che utilizzano anche le erbe e le spezie, l’Isola Verde, le Officine Creative con attività artigianali in presa diretta e la realizzazione di una coloratissima Infiorata in piazza Cesare Battisti. A far da sottofondo ritmatissime musiche e danze afro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *