Home / Savigliano / Saint Gobain: si avvicina la fine?

Saint Gobain: si avvicina la fine?

st-gobain-riunione-sindacati.jpg

Si è tenuto venerdì scorso, presso la Confindustria di Cuneo, l’incontro fra azienda e rappresentanti dei sindacati sul futuro della Sekurit Saint Gobain, l’azienda di via Saluzzo che produce vetri per auto. “Nessun elemento positivo – si legge in una nota di Filcem, Femca e Uilcem – è purtroppo emerso dall’incontro in cui i rappresentanti dell’azienda, il nuovo direttore Ravasi ed il responsabile del personale, di fronte alle precise richieste della delegazione sindacale di smentire formalmente le voci circolate in questi giorni sull’intenzione della multinazionale francese di procedere alla chiusura del sito di Savigliano. I due, pur con un atteggiamento evasivo ed attendistico, hanno di fatto confermato la sussistenza di una concreta possibilità che la casa madre possa decidere per la chiusura dello stabilimento, pur evidenziando che, al momento, tale opzione sia ancora in fase di valutazione in alternativa al mantenimento del sito produttivo, seppur drasticamente ridimensionato”.
Anche il sindaco Aldo Comina, venerdì scorso, ha incontrato il nuovo direttore dell’azienda. «Mi ha confermato – ha detto il primo cittadino – questa duplice ipotesi: o riduzione del 50% dei dipendenti, oppure la chiusura totale. Visto che questo stabilimento ha costi di produzione più alti (specie per le spese energetiche) di altri ed ha un mono-cliente, che è la Fiat, le possibilità che chiuda sono molto alte».
Si confermano, dunque, tutte le preoccupazioni e le ipotesi più negative emerse in questi giorni e per tali ragioni sono state confermate ed intensificate le iniziative di lotta che, a partire da lunedì scorso, contemporaneamente alla ripresa lavorativa dopo lo stop per cassa integrazione, hanno coinvolto i lavoratori in scioperi ed in un presidio permanente ai cancelli dello stabilimento.
Mentre andiamo in stampa (mercoledì mattina), inoltre, si sta svolgendo un incontro in municipio con tutte le istituzioni interessate.
Un’altra iniziativa è prevista per il fine settimana: venerdì 10 aprile, dalle 9.30 alle 12, si terrà una manifestazione che coinvolgerà, oltre ai lavoratori della Sekurit, i dipendenti della società che operano in attività terziarizzate ed i lavoratori degli altri stabilimenti Saint Gobain presenti nella Granda, anch’essi a forte rischio di fronte ad un eventuale disimpegno della multinazionale. All’iniziativa parteciperanno infatti i lavoratori dell’Astec, che svolgono attività di controllo qualità del vetro presso lo stabilimento saviglianese e sarà presente anche una delegazione dell’Euroveder di Cervasca, azienda del gruppo Saint Gobain che occupa circa 250 persone nella lavorazione di vetri per forni da cucina e per frigoriferi (lo stesso numero di dipendenti che conta la fabbrica cittadina). Il sito cuneese, al contrario di quello saviglianese, non rischia la chiusura, ma un forte ridimensionamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *