Home / Savigliano / Rapina in banca a Savigliano

Rapina in banca a Savigliano

bcc.jpg

Sono le 15.30 di lunedì. Un uomo entra nella filiale del Credito cooperativo di Bene Vagienna in via Saluzzo. Chiede ad un’impiegata di aprire un conto. La cassiera va a prendere gli appositi moduli per farglieli compilare. Ma l’uomo, un cinquantenne entrato a viso scoperto come un normale cliente, rivela le sue intenzioni.  Estrae dalla giacca un flacone con del liquido infiammabile e lo getta sul vestito della donna, che rimane sbigottita. Poi la strattona e minaccia di darle fuoco se prova a reagire. Il bandito non è solo nella stanza. I clienti sono tutti usciti, ma rimangono gli impiegati e il direttore.
Il momento è quello giusto: l’uomo va dietro il bancone e svuota le casse. Poi esce e fugge a piedi. Tra gli impiegati, solo tanta paura.
Vengono chiamati i Carabinieri, che giungono sul posto per raccogliere le prime testimonianze utili alle indagini. I militari cercano di capire se ci fosse un complice nascosto da qualche parte in strada o se l’uomo abbia agito solo. Di certo, colpisce “l’arma” usata: non una pistola, non un coltello, non un taglierino, ma quel liquido infiammabile, forse benzina. Un’impronta che potrebbe aiutare a risalire al colpevole.
Nulla è trapelato sull’entità del bottino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *