Home / Savigliano / Via Garibaldi: un’area pedonale indigesta

Via Garibaldi: un’area pedonale indigesta

garibaldi.jpg

Da circa una decina di giorni via Garibaldi, nel tratto di fronte alla sede universitaria, è diventata isola pedonale. La decisione della Giunta, votata anche dal Consiglio comunale, ha sollevato un vespaio di polemiche, specialmente tra i commercianti. Questi ultimi, appoggiati dall’Ascom, sostengono che la decisione isolerebbe sempre di più la città, resa inaccessibile a coloro che arrivano da fuori, non adusi ad aggirarsi nel dedalo dei sensi unici del nostro centro storico.
La soluzione adottata, comunque, potrà essere passibile di modifiche dopo un periodo di sperimentazione. Nel frattempo, i cittadini possono dire la loro. A tal proposito, alcuni commercianti del centro hanno predisposto l’e-mail isolagaribaldi@gmail.com, dove tutti possono esprimere le proprie osservazioni, oltre ad eventuali critiche e suggermenti (ce ne sono pervenute alcune, che mostriamo nella pagina delle “lettere”). In questi giorni, ne sono già arrivate diverse. Ad esempio, c’è chi chiede di rimettere in discussione la chiusura di via Garibaldi in quanto la pedonalizzazione penalizza l’accesso alle scuole medie “Marconi” dove gli alunni vengono accompagnati in macchina dai genitori. Molti hanno detto di essere rimasti attoniti nel sapere della chiusura di una via strategica per la viabilità cittadina, domandandosi chi abbia voluto ed a chi giovi imporre uno stop al traffico in tale zona. Non mancano gli interventi di alcuni commercianti che si rivolgono direttamente all’assessore all’Ambiente Claudio Cussa. Infatti, viene fatto presente all’amministratore che la chiusura della strada non fa altro che mettere in difficoltà gli automobilisti, i quali, tra l’altro, sono già impossibilitati a trovare parcheggi adeguati in centro.
Chissà se, dopo le proteste dei commercianti e di molti cittadini, l’amministrazione comunale tornerà sui suoi passi o se cercherà di ammorbidire la situazione creatasi nella rete viaria cittadina dopo la chiusura di via Garibaldi. Per il momento, pare di no. «Capisco – dice il sindaco Aldo Comina – chi protesta affermando che è contrario all’intervento. Non trovo giusto, invece, che ci accusino di non aver ascoltato preventivamente i cittadini. La decisione, contenuta nel Piano urbano del traffico, è stata a lungo discussa, presentata ai cittadini in riunioni e sui giornali ed è stata poi approvata dal Consiglio comunale. Noi – ha concluso – abbiamo da sempre puntato sull’incentivazione all’uso dei mezzi ecologici, come la bici e la navetta, ed abbiamo intenzione di proseguire su quella linea, anche per le aree pedonali». Difficile dire se ci saranno modifiche. Lo sapremo solo tra qualche tempo, dopo il periodo di sperimentazione.

38 commenti

  1. Via Garibaldi….un’isola pedonale priva di senso!
    é una via fondamentale che unisce le due parti della nostra città! Bisogna pensare che nella zona del Teatro Milanollo ci sono oltre che numerosi negozi anche numerosi studi professionalik…ora per raggiungerli dalla zona nord di Savigliano bisogna passare dall’Ospedale per poi imboccare via S. Andrea, o passare da Piazza d’Armi per poi sempre proseguire in Via S. Andrea…pazzesco! Spreco di benzina e tempo…ma nessuno ci ha pensato? Forse non l’asessore che abita dalla parte opposta dalla città…ma qualche “addetto ai lavori”?
    Mi piacerebbe poi sapere la ratio dell’isola pedonale…se non esiste davanti alle scuole dell’infanzia, delle elementari, delle medie inferiori e superiori…era davvero necessaria davanti all’università?!!!

  2. Penso che l’isola pedonale sia inopportuna, perché complica ulteriormente la già non facile viabilità della nostra città…per chi la conosce ed ancor più per chi é di passaggio! Secondo me l’aver negato l’accesso alle auto in tale via penalizza di non poco gli esercizi commerciali e le attività professionalo li’ presenti.

  3. TROVO CHE L’ AREA PEDONALE VIA GARIBALDI POSSA ESSERE UTILE ALL’ INTERA CITTADINANZA. tANTO I CLIENTI AFFEZIONATI ANDRANNO UGUALMENTE A COMPRARE AI NEGOZI

  4. PURTROPPO HO NOTATO CHE LA SERA DI NATALE IN UN’ ORA I VOTI CONTRARI SONO RADDOPPIATI

  5. ma scusami quali sono gli esercenti penalizzati della zona?
    A parte il Di per Di non ne vedo altri…
    Oltretutto lasciando libera piazza Turletti alle auto è possibile arrivarci comunque in auto, poi se la difficoltà sta nel fatto che bisogna stare 5 minuti seduti in più in macchina….allora hai ragione ma non mi sembra quello sforzo immane…
    Il problema è che togliere le comodità dà fastidio a coloro che viaggiano sempre in auto nel centro storico. Conosco residenti che vorrebbero pedonale tutta l’area attorno l’università.
    Non vorrei sbagliarmi ma anche quando è stata pedonalizzata via Tapparelli sono insorti tutti, commercianti e non, perchè si andava a penalizzare tutti insomma…Vorresti allora renderla nuovamente viabile alle auto visto che da piazza Molineri a piazza Cesare Battisti bisogna fare il giro un pò più lungo?? E’ scomodo lo capisco ma vogliamo migliorare la qualità dell’aria dobbiamo iniziare a cambiare mentalità. Pensa che doveva essere chiusa da via Beggiami ma per favorire i commercianti hanno pensato di ridurla a poca cosa…Non capisco però quando il diritto del singolo vuole andare a limitare la collettività. Fosse per me il centro storico sarebbe un’enorme area pedonale-ciclabile con navette che viaggiano per facilitare turist e clienti dei negozi del centro

  6. Ma forse chi non abita in centro storico non ha capito e sicuramente non riesce a capire che il transito in via Garibaldi è fondamentale per come si è sviluppata in questi anni la viabilità cittadina. Il transito in via Tapparelli non è fondamentale perchè (fino all’altro giorno) aveva due arterie parallele (via garibaldi e corso roma), le piazze c. battisti e santarosa erano comunque facilmente raggiungibili. Ora per arrivare nella zona del teatro l’unica via di accesso è dalla rotonda di Volpi moto e venire giù in via S.Andrea, anche via Trossarelli è stata chiusa in entrata. Avete presente quanta strada in più deve fare un’auto che si trova per esempio in piazza Molineri e vede piazza Turletti a 50 mt ma non può andarci? Si parla di diminuire l’inquinamento e poi si fa fare un giro incredibile agli automobilisti consumando e inquinando molto di più. Ma mettetevi nei panni di un qualsiasi utente di negozio del centro, quanto durerà la sua pazienza in un caos del genere prima di stufarsi e andare a parcheggiare comodamente nel parcheggio di un centro commerciale? Lo so che forse a voi non interessa perchè magari dite pure che si risparmia, ma ricordatevi che ogni bottega che chiude o che va male trascina con se una o magari due famiglie e visto che il 2009 non sarà così facile forse sarebbe meglio non complicare ulteriormente le cose.

  7. Per valutare la cosa basta ragionare davanti ad una mappa della città.
    Si aumenta il percorso da fare per gli spostamenti da una parte all’altra della città (in molte direzioni, per molti motivi, certo non solo commerciali). O si rinuncia allo spostamento o si contribuisce ad aumentare lo smog, il consumo di carburante, ecc.
    La via di collegamento diventa via San Francesco (nota arteria a scorrimento veloce, con ampie carreggiate, marciapiedi ecc.)
    Il tutto con percorsi alternativi che solo noi che conosciamo bene Savigliano riusciamo a trovare, ma mettetevi nei panni di chi arriva “da fuori”, cosa fa? Si avventura una volta e poi… di sicuro sceglierà di non tornarci più.
    Non si tratta di interessi corporativi di una categoria o di pochi elementi di questa categoria (davanti all’Università c’è solo un parrucchiere e un distributore di caffè, guarda caso gestito da un consigliere comunale ed è l’unico che, sempre casualmente, beneficia della chiusura della strada), ma di un esempio di come col minimo sforzo si ottenga il massimo del danno per l’intera comunità.
    Se poi sono i commercianti, che ricordo non sono più quelli contrari alle pedonalizzazioni (il tempo passa, le persone cambiano, solo i pregiudizi restano), a gridare il loro dissenso è perche in questa situazione ci vivono tutti i giorni e anche con questa devono fare i conti per arrivare a fine giornata.
    Tutto questo e tanto altro ancora, ma ripeto basta mettersi davanti ad una mappa della città e provare a simulare vari spostamenti, uscendo dalle proprie siruazioni e immedesimandosi nelle tante possibili di cittadini e avventori della nostra città.
    In conclusione non ci si può non chiedere: …ma per quali benefici?
    Il Comune sul suo sito non lo dice chiaramente, se non con generiche, superficiali e deboli affermazioni. Vorrei sapere con più chiarezza quali sono, lo abbiamo chiesto più volte e siamo rimasti sempre senza risposte serie.
    Chiudere per chiudere non risolve il problema, o meglio lo risolve (male) creandone una moltitudine di altri.
    E per finire, le zone pedonali devono essere gradevoli, devono attirare le persone a frequentarle, a passare con piacere del tempo in quei luoghi: …è proprio il caso di via Garibaldi, per non parlare di P.zza Cesare Battisti e di via Torino. Il discorso si allargherebbe e si articolerebbe molto, non è certo questo il luogo per farlo, ma è necessario riflettere, non giudicare con superficialità e presunzione.
    Ammettere di aver sbagliato è un segno di intelligenza che spero l’Amm. Comunale dimostrerà annullando il provvedimento (o ritenendo il periodo di prova negativo). Con la speranza che persone nuove affrontino l’argomento nella prossima legislatura.

  8. Un’altra idea strampalata.
    Ormai da anni non faccio più shopping a Savigliano.
    Stufo delle multe per divieto di sosta, e delle furbate delle aree di parcheggio “blu” ho deciso di spendere i miei soldi a Saluzzo, Bra o Fossano. Lì non mancano i parcheggi gratuiti.
    Non me ne vogliano i commercianti di Savigliano, ma la vostra amministrazione pensa solo ad intascare soldi da chi usa l’auto.
    Non sono un residente, ma conosco l’area interessata e penso che questa nuova idea senzaltro sarà l’ennesima idea sbagliata

  9. quello che afferma il sig. rosso ho il “piacere” di osservarlo quotidianamente, essendo un operatore commerciale di piazza Santarosa. Premetto, che a differenza di cosa si pensi, sono assolutamente favorevole alle aree pedonali essendo anche abitante del centro storico e padre di due bimbi. penso che pochissimi abitanti Saviglianesi sarebbero contrari ad eventuali chiusure pedonali fatte con criterio e programmazione. faccio alcuni esempi: va bene piazza santarosa,via alfieri,piazza c. battisti, via tapparelli,facciamolo diventare il nostro salotto,dove ricollocare il mercato , valorizzandolo al massimo. facciamo in piazza del popolo un grande parcheggio, idem in piazza cavour, non strozziamo la viabilità per ragguingere il nostro salotto.
    SIG CUSSA RIMETTA IN DISCUSSIONE QUESTA CHIUSURA!

  10. carissimo sig. luca ebbene si i voti sono raddopiati alla sera di natale…………..noi commercianti nonostante il bastone fra le ruote abbiamo lavorato molto fino alle 20 e poi ci siamo concessi un attimo di tregua davanti al pc. per portare avanti la nostra battaglia. ovviamente abbiamo fatto il nostro dovere a fare auguri ad amici e parenti………come mi sembra facciano anche i nostri avversari

  11. mi ha lasciato perplesso quello che ha sritto aleandre, se così fosse perchè la cittadinanza non è insorta contro questa amministrazione????
    rigurdo all’argomento in questione ho trovato questo provvedimento privo di ogni logica, forse l’assessore non frequenta il centro.
    a che cosa serve una isola pedonale in via garibaldi????

  12. Penso che quello che ha scritto aleandre sia dettato dalla rabbia di chi è nell’impotenza di farsi ascoltare. Non ritengo che questa amministrazione sia da mandare a casa per la pedonalizzazione di via Garibaldi, ma per il fatto che non ascolta i cittadini. In questi anni hanno sempre preso decisioni anche molto importanti (vedasi il maira su tutte) senza mai consultare il “popolo” o perlomeno consultandolo a cose fatte e se poi una parte non era daccordo non importa tanto ormai tutto era deciso.

  13. SI LUCA 2 chiudiamo tutto il centro cittadino alle auto !!!!! cosi respiremo un aria purissima, gireranno delle navette, magari elettriche, miseramente vuote (come già accade adesso) e così avremo anche risolto il problema dei parcheggi che a questo punto non serviranno più. si risparmieranno anche le emissioni nocive provenienti dagli impianti di riscaldamento dei negozi del tuo centro ideale, poichè saranno chiusi e sfitti. Che bello questa si che è la mia città ideale!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  14. devo ammetere che l’assessore cussa non ha lavorato male ell’ambito dell’ecologia è aumentata la sensibilità vs la raccolta differenziata ed i risultati sono evidenti.
    ma mi perdoni…. come assessore alla viabilità un vero disastro!!
    d’altronde non si può essere dei bravi dentisti e dei bravi ortopedici insieme.
    o uno o l’altro. un consiglio se si ricandida faccia solo il dentista!!!

  15. la cosa che trovo scandalosa è che nonostante una sommossa popolare contro questo provvedimento l’assesore cussa non si sia degnato neanche di motivare, argomentare,spiegare a tutti noi PERCHE’ ha chiuso via garibaldi???
    bastava una lettera aperta ai cittadini per illustrare le sue motivazioni.
    che non ci siano motivazioni,argomenti degni di essere illustrati???
    “a pesar male si fa peccato ma spesso ci si azzecca”

  16. RICORDIAMO A TUTTI GLI UTENTI DI NON LASCIARE COMMENTI OLTRAGGIOSI VERSO LE PERSONE, MA DI RIMANERE NEL LIMITE DEL SANO DIBATTITO PUBBLICO.
    I COMMENTI CHE NON RISPETTERANNO TALE REGOLA SARANNO CESTINATI.
    IL SAVIGLIANESE

  17. Gent.mo Sig. rosso non capisco la sua mail e il motivo per la quale è stata inviata se non per pura e semplice polemica fine a se stessa.
    1) Non è residente, ma conosce bene l’area interessata e le dà fastidio l’area pedonale
    2) Ama i commercianti Saviglianesi, ma non compra da loro da anni.
    3) Preferisce spedere i soldi dove è comodo e gratuito posteggiare (a Fossano, Bra e Saluzzo??) a discapito della merce e della professionalità dei commercianti Saviglianesi.
    4) Mi può, cortesemente, indicare dove sono i posteggi liberi a Fossano, Bra e Saluzzo.

  18. Dopo alcune settimane di chiusura al traffico di via Garibaldi, ho deciso di scrivere su questo forum. Ho aspettato, perchè volevo rendermi conto di persona, volevo valutare con attenzione e con uno spazio di tempo ragionevole.
    Sono stato più volte nel tratto di via in questione: al mattino, quando i nostri ragazzi devono raggiungere le scuole; in tarda mattinata, quando molte persone, vanno a fare la spesa; all’uscita delle scuole; Nel pomeriggio……………… Insomma, nelle varie ore della giornata. Ebbene, non trovo un solo motivo valido per la pedonalizzazione della via in questione.
    All’ingresso ed all’uscita delle scuole, le auto creano degli ingorghi degni di grandi centri metropolitani: gas di scarico peggio che in centro Milano. I nostri figi obbligati a respirare questa “Aria Sana”. Così anche tra le 17, 00 e le 19,00, quando i cittadini non resideti in centro città, cerca un parcheggio pr poter andare “per negozi”.
    Pongo alcuni quesiti ai sostenitori della pedonalizzazione per un sereno confronto:
    Se l’obiettivo della Giunta comunale o dell’Assessore e amico Claudio Cussa è quello di eliminare le auto dal centro cittadino, perchè non si procede ad un PUT (piano urbano del traffico) più razionale? Vale a dire: non si poteva o non si può organizzare meglio la circolazione del traffico? (Sono d’accordo con chi scrive che in Savigliano, spostarsi con l’auto o il motorino, è diventata un cosa diffcilissima.
    L’obittivo è forse quello di incentivare l’uso della bicicletta?
    Benissimo, idea sana e condivisible; ma qualcuno si dimentica che non tutti abitano vicino al centro della città, che molti sono “obbligati” a muoversi con le auto. Direi anche che, nelle nostrezone rispetto ad altre parti d’Italia, l’inverno è lungo ed anche moltio freddo e che quindi, non facilità gli spostamenti

  19. Continua………
    Dicevo, l’inverno è lungo e non facilita gli spostamenti.
    Perchè la chiusura di via Garbaldi è stata stabilita durante il periodo natalizio, quando il centro della città deve essere vivo e favorire gli acquisti? Perchè in periodo dove l’Università e le scuole rimangono chiuse?

    Ultimo quesito, e non di poco conto, è il fatto che i “non saviglianesi” che vengono in città, hanno bisogno di non parcheggiare troppo lontano dal centro altrimenti, come già evidenziato da altro scrivente, si fermeranno nei centri commerciali fuori città, muniti di grandi parcheggi e molto più comodi; questo, con grave danno per l’economia dei negozi della città.
    Ora, premesso che sono favorevole all’utilizzo della bicicletta, all’utilizzo dei propri piedi, ad un intervento mirato sui parcheggi vicini al centro (vedi piazza del popolo),
    ad una nuova sistemazione dei mercati cittadini, favorevole ad un piano ZTL serio e mirato ad alcue zone dell città ed in orari prestabiliti (non per tutto il giorno)
    VI CHIEDO:
    “A cosa serve chiudere via Garibaldi?”
    Grazie Maurizio Lillo

  20. Abito vicino alla zona “incriminata”. Ogni volta che rientro dal lavoro impiego 5 minuti in più rispetto a prima (20 invece di 15). Sarà anche un’inezia ma è comunque più del 30%. E come lo impiego questo tempo? Scaricando gas di scarico all’interno di strade ad “alta viabilità” quali Via S.Francesco e Via S.Pietro dove, all’ora di pranzo, tocca fare lo slalom fra gli studenti che ciondolano pericolosamente lungo la sede stradale. Il tutto per lasciare deserti 50m di strada che un senso unico, un marciapiedi (e magari anche un dosso) avrebbero messo in quasi assoluta sicurezza. A cosa serve chiudere via Garibaldi? Mistero…Evviva la bicicletta e le gambe (che rimangono il mio mezzo di trasporto preferito) ma, per favore, facciamo un uso ragionevole delle politiche per l’ambiente!

  21. Sono un abitante di via s pietro da oltre 20 anni e devo ammettere che non ho mai visto un traffico così caotico come da quando hanno chiuso via garibaldi. Questa chiusura mi sembra un voler trasferire un un problema da una parte all altra senza risolvere nulla, come una massaia che nasconde la polvere sotto il tappeto

  22. Vorrei chiedere a Giovanni, il commerciante che ha lavorato molto la sera di Natale ( fino alle ore 20 ) se al termine, prima di iniziare la lunga notte di votazioni per raggiungere i voti favorevoli alla pedonalizzazione, si è pure asciugato il sudore che copioso gli scendeva dalla fronte.
    Inoltre tengo a precisare che da tempo non compero più nulla a Savigliano in quanto gli articoli esposti sono paragonabili a quelli delle città vicino e pertanto preferisco fare kilometri e kilometri a piedi in altre città piuttostro di lasciare un solo centesimo a Savigliano.

  23. Alessandro B ( Domanda al sig. Giovanni )

    Anch’io come il Sig. Flavio volevo chiedere al commerciannte GIOVANNI una cosa :

    GIOVANNI DICE:
    31 DICEMBRE 2008 ALLE 00:22

    CARISSIMO SIG. LUCA EBBENE SI I VOTI SONO RADDOPPIATI LA SERA DI NATALE…………..NOI COMMERCIANTI NONOSTANTE IL BASTONE FRA LE RUOTE ABBIAMO LAVORATO FINO ALLE 20

    Come riportato sopra lei stesso, ha dichiarato di aver lavorato molto fino alle ore 20
    Quindi non vedo la crisi di vendite dovuta alla pedonalizzazione di Via Garibaldi

    Cordiali Saluti
    Alessandro B.

  24. Egregio Sig. Fulvio, guardi neanche me lo confermasse di persona ci crederei che preferisce fare chilometri e chilometri piuttosto che comprare a Savigliano; per cortesia usiamo il cervello prima di asserire simili sciocchezze, neanche l’assessore casinista che ha avuto questa brillante idea arriverebbe a tanto..o no ??….vuole difendere l’errore di Via Garibaldi ?? Liberissimo, ma perlomeno non se esca con certe stupidaggini. Mentre al Sig Alessandro si può solo replicare con tanta e infinita comprensione perchè se poverino non arriva a capire la differenza lavorativa tra la settimana natalizia e tutto il resto dell’anno, commercialmente parlando, vuol dire che provare ad affrontare un qualunque discorso Le risulterebbe troppo complicato …..

  25. anche in via Cravetta c’è un via vai mai visto prima… lì la strada è stretta, specie nella curva a gomito dopo il piccolo porticato… certi tendono ad accelerare un po’ troppo: occhio, la via è frequantata da molta gente a piedi. un po’ più di attenzione da parte di chi guida non guasterebbe…

  26. L’assessore Cussa vuol far passare che noi commercianti abbiamo proposto o comunque accettato il “giro del pisur”, cioè quello attorno al muro del Teatro. Preciso che in realtà abbiamo sempre sostenuto che questo è un palliativo, un contentino o meglio, il far scegliere l’arma con la quale essere giustiziati. La sostanza non cambia, non è una questione solo di parcheggi, ma il vero problema è la chiusura di via Garibaldi, per 50 o per 100 metri, ma è pur sempre chiusa e impedisce il passaggio da una parte all’altra della città.
    Riguardo all’altra affermazione secondo la quale sarebbe obbligo per legge la chiusura di parte della viabilità, ecc. ecc., mi chiedo quanto valgano 50 mt di strada (la legge parla del 20% della superficie carrabile) a fronte inoltre del maggior percorso che impone questa chiusura a chi vuole comunque transitare. A prenderla sul serio viene da pensare che o non si è percepito il messaggio della legge, o lo si prende come scusa, o … fate voi.
    Comunque il sig. assessore non deve sforzarsi nel rendersi disponibile ad un incontro con l’Ascom (non è stato richiesto e con lui di rimbalzi sul suo “muro di gomma” se ne sono visti già troppi). Non ci si aspetta nulla da lui, già troppe sono state le occasioni in passato. Non si tratta di una rivendicazione di categoria o di una questione personale, piuttosto ci si aspetta che l’intera Amm.ne Com.le, l’intero Consiglio, Commissioni varie, maggioranza e opposizione, si rendano conto del danno che questo miope provvedimento arreca a tutti i cittadini, in misura proporzionale a quanto questi frequentano la città o vi lavorano o aspettano “visite” da fuori.
    Ripristinare la situazione precedente e iniziare ad affrontare i problemi progettando insieme una Savigliano più moderna.

  27. Vorrei sapere come mai ogni cosa approvata dal Comune viene sempre segnalata con grande scalpore dai commercianti. Non penso che per la pedonalizzazione perdano i soldi necessari per vivere. Anzi io penso che se un cittadino o non decida di non comprare lì perchè necessario fare qualche passo in più, la posizione è sempre la stessa. Votando favorevole Sergio.

  28. …ma certo, continuiamo a blaterare per partito preso, continuiamo pure a vaneggiare sui cittadini che vanno in bicicletta perchè è bello, che tutti scalpitano per andare a piedi perchè è salutare … ma la realtà è un altra !! Sono poche le persone che possono permettersi di passeggiare spensierati in bici o piedi, la mole di impegni lavorativi e famigliari impone spostamenti rapidi che siamo costretti a fare in auto, questa è la realtà, e allora semplifichiamo la vita invece di continuare a complicarla, creiamo città a misura dei tempi in cui viviamo, invece di chiudere tratti di strada in modo miope, mettiamo mano alla viabilità in modo professionale e qualificato, senza improvvisare. Ma poi, se è cosi una necessità fare qualche passo in più, perchè la domenica la città è deserta e invece di passeggiare si preferisce prendere l’auto, fare chilometri per andare in qualche centro commerciale, implotonarsi come pecore in code interminabili per poi ciondolare da un reparto all’altro ??? Guardiamo in faccia la realtà, questa è l’intenzione di certe amministrazioni comunali, favorire il proliferare di centri commerciali periferici che fanno comodo alle casse comunali, ma non aiutano ne il cttadino, ne i commercianti, ne gli artigiani, favorendo solo gli interessi personali …. quindi per cortesia, almeno smettiamola di prenderci in giro, quando si sbaglia bisogna avere il coraggio di ammetterlo e cercare di rimediare agli errori prima che sia troppo tardi. La pedonalizzazione di Via Garibaldi è un errore madornale, perchè non vi sono potenziali pedoni, perchè complica la viabilità, perchè ci fa arrabbiare dover circunavigare la città per recarci dove vogliamo, perchè a ogni ora del giorno e della notte è veramente una tristezza vdere 30 metri di strada chiusa nel nulla !!
    Votando CONTRO ai provvedimenti inutili.
    Carlo

  29. Finalmente, qualcuno ha il coraggio di dire le cose come stanno !! Finalmente i cittadini sono stufi di essere amministrati da ideologisti che pretendono di risolvere i problemi andando in bici !!! Fate come me, votate CONTRO e quando arrivate in Via Garibaldi in auto, tirate dritto …..

  30. Sei proprio furbo Diego, complimenti, la tua pensata è lo specchio di un paese che oggi non vuole più regole di convivenza. Se non ti vanno infrangiamole o modifichiamole a nostro piacimento!! Bell’esempio per i giovani, ma non solo per loro!!In Francia e Germania ci sono interi centri storici chiusi al traffico e non ho visto i soliti furbi che fanno finta di niente (si fa per dire perchè non so cosa abbiano nella “cabesa”, se non il vuoto più assoluto) mentre invece l’Italia ne è piena. All’estero vanno in bici, a piedi e con i mezzi pubblici: avranno forse meno problemi di viabilità dei tuoi? Invece di lamentarti fai delle proposte di modifica o miglioramenti dell’area, ma forse ti è più comodo fare muro contro muro perchè non hai idee….Quando si potevano fare proposte di modifiche al P.U.T. tu dove eri, forse dormivi? Comodo svegliarsi quando uno vuole (e di solito ci si sveglia in ritardo…). Ricorda la Legge non ammette ignoranza, informati e partecipa attivamente alla crescita della Città invece di fare la vittima.

  31. Sei proprio furbo Diego, complimenti, la tua pensata è lo specchio di un paese che oggi non vuole più regole di convivenza. Se non ti vanno infrangiamole o modifichiamole a nostro piacimento!! Bell’esempio per i giovani, ma non solo per loro!!In Francia e Germania ci sono interi centri storici chiusi al traffico e non ho visto i soliti furbi che fanno finta di niente (si fa per dire perchè non so cosa abbiano nella “cabesa”, se non il vuoto più assoluto) mentre invece l’Italia ne è piena. All’estero vanno in bici, a piedi e con i mezzi pubblici: avranno forse meno problemi di viabilità dei tuoi? Invece di lamentarti fai delle proposte di modifica o miglioramenti dell’area, ma forse ti è più comodo fare muro contro muro perchè non hai idee….Quando si potevano fare proposte di modifiche al P.U.T. tu dove eri, forse dormivi? Comodo svegliarsi quando uno vuole (e di solito ci si sveglia in ritardo…). Ricorda la Legge non ammette ignoranza, informati e partecipa attivamente alla crescita della Città invece di fare la vittima.

  32. …mi spiace Lara, ma non mi sono svegliato adesso, sono anni che lavoro per migliorare le porcate di questa amministrazione comunale, perchè questa non è convivenza, se mi imponi una porcata … ne sono stufo. Basta con sti paragoni con Francia e Germania, basta perchè in Francia e in Germania non chiudono le strade per privilegiare gli amici che ci abitano; non chiudono le strade con due transenne e tanti saluti e non lascerebbero una piazza come piazza Santarosa o piazza Cesare Battisti in quello stato…..quindi basta idealismi, si va a piedi, si va in bici, si usano i mezzi pubblici, se devi correre di giorno per lavorare ti assicuro che non puoi permetterti di passeggiare. Savigliano è un paese con enormi problemi di viabilità, complicati da una pianificazione confusa quanto inadeguata alle esigenze della cittadinanza e questa non è un opinione, ma un dato di fatto. Questa città non potrà mai ne crescere ne cambiare, finchè persone come te, la governeranno…..e questo è un altro dato di fatto, basta guardarsi intorno per capire in che situazione è questo ‘paese’…..

  33. Cara Lara, forse hai gli occhi foderati di salsiccia, mi spiace che non riesci a capire sulle decisioni che vengono prese non si torna mai indietro. Mi sembra che ci vorrebbe un pò più di umiltà e se un progetto intrapreso non va bene e non è funzionale come si pensava quando è stato deciso a tavolino, bisogna tornare sui propri passi. Tornare indietro non è segno di debolezza, ma di intelligenza.

  34. Probabilmente le stesse persone che criticano Via Garibaldi sono le stesse che criticano la qualità dell’ aria ma non ammetterebbero mai che loro inquinano. Mai.
    Però pur di protestare su qualsiasi argomento metterebbero il ” naso ” su qualsiasi cosa. Per qualsiasi cosa intendo: DITEMI QUALI SONO I NEGOZI DANNEGGIATI DALLA PEDONALIZZAZIONE. Io non ne vedo nessuno eccetto forse il supermercato.

  35. ….ma che ne sai, Matteo ?? Già se il supermercato ne risente e ne rimane danneggiato, il provvedimento è sbagliato, perchè l’amministrazine comunale deve lavorare per i cittadini e non contro. Poi tutti i negozi ne rimangono danneggiati, ci sono problemi con le consegne, i corrieri sono stufi di impazzire nel labirinto per effettuare il loro lavoro e ci sono aspetti pratici, prova a spiegare telefonicamente a un potenziale cliente che arriva da Via S.Andrea come raggiungere Via Tapparelli !!! E se non possono essere raggiunti come possono essere contenti. Io non critico la qualità dell’aria, perchè criticare la qualità dell’aria a Savigliano è veramente RIDICOLO, e ti assicuro che di protestare non me ne frega proprio un tubo, ma quando vengono tirate fuori simili STUPIDAGGINI è meglio farsi sentire, poi magari se ti dai una svegliata potrai vedere le cose come stanno.

  36. Ma Diego scusami, quali sarebbero gli amici che tu dici verrebbero privilegiati dalla chiusura di via Garibaldi? Se è un danno per tutti, chi invece ci guadagnerebbe? Io ho abitato per 7 anni in una piccola città della Francia settentrionale e se permetti, vedo la differenza tra gli italiani ed i francesi: loro di fronte ad una chiusura del centro, hanno fatto richieste per pavimentarla diversamente dall’asfalto, sistemare panchine e fioriere (e sono stati accontentati) sostituire i lampioni con quelli “antichizzati” e gli esercenti commerciali prospicienti alla via hanno anche loro tinteggiato le facciate cambiando volto alla via (era una via non molto distante dalla mia abitazione) e sostituendo le insegne con insegne antiche ecc… In Italia invece si costituisce subito il comitato per il NO, che non accetta la decisione presa e ancor peggio, non richiede eventuali modifiche o migliorie, perché il motto è “lotta dura contro questo provvedimento….aboliamolo!!” ed il più delle volte è perché ci sono idee politiche differenti. E chi ci rimette? Gli abitanti che vedono sensi unici invertiti, perché dopo il provvedimento ci sono le proteste, aree pedonali che vengono annullate e così via…ma chi ci può ancora capire qualcosa? Prendiamo di fatto che l’amministrazione della città deve, nell’arco del suo mandato, prendere delle decisioni. Dovrebbe fare sempre dei referendum per capire se è gradita o meno la cosa? Ritengo che le amministrazioni debbano prendere delle iniziative (ci sono anche quelle che non ne prendono molte e non so se alla fine sia un bene per la Città) e poi verificare al termine del loro mandato il loro lavoro svolto: saranno gli elettori che decreteranno il giudizio dell’operato e se si cambierà “colore politico”, e se l’iniziativa sarà considerata senza senso, i nuovi amministratori la elimineranno subito, no? Come mai le liste civiche e non (PDL e LEGA comprese), all’opposizione di Savigliano non si schierano contro, o peggio non dicono cosa pensano? Forse perché potrebbero essere anche loro, fra qualche mese, a trovarsi a prendere decisioni in merito?
    Infine ti chiedo di elencarmi quali sono le tue proposte che hai fatto in questi anni “per migliorare le porcate di questa amministrazione comunale” e che non sono mai state prese in esame. Perchè elencandomele, potrei veramente rendermi conto che potresti essere il politico adatto per Savigliano e quindi, votarti.
    Fammi sapere

  37. ..ecco, vedi allora che ci capiamo !! In altri paesi quando vengono prese simili decisioni, esistono una serie di iniziative collaterali di abbellimento e valorizzazione, cosa che qua a Savigliano non succede ! Piazza Santarosa potrebbe essere un salottino, e invece … due panchine e il gioco è fatto…P.zza Cesare battisti idem che senso ha ?? Spiegami. In altre città italiane, piazze simili, sono luogo di incontro per manifestazioni, fiere, mostre ecc … qua, tolta la bisteccha e il pane non si puo fare nulla, perchè disturba i soliti amichetti dell’assessore…Del colore politico poco mi interessa, a sinistra sono ridicoli e a destra non sanno neanche da che parte sono girati, quindi questa non è una protesta politica, questa è protesta popolare, perchè chiudere una tratta come Via Garibaldi è insensato e dannoso, Hai ragione, un amministrazione dovrebbe essere valutata alla fine del mandato, e anche se i giochi sono già fatti per le prossime elezioni, (via Comina dentro Soave uuuhhh!! che passo avanti, dalla padella alla brace, … e poi ci lamentiamo dei politici di Roma legati alla sedia !!) non vuol dire che dobbiamo rassegnarci a vedere questa città trasformarsi in dormitorio, solo per non dar fastidio a qualcuno…..a presto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *