Home / Savigliano / Terzo “fiore”per Savigliano

Terzo “fiore”per Savigliano

fiori.jpg

Ce l’abbiamo fatta: dopo tre anni di Purgatorio a 2 fiori, ne abbiamo ottenuti 3. Domenica ad Omega, infatti, sono stati consegnati i premi “Comuni Fioriti d’Italia 2008” al quale hanno partecipato, in rappresentanza di Savigliano l’assessore all’Ambiente Claudio Cussa ed il geom. Andrea Parlanti dell’ufficio tecnico del Comune.
Il concorso è organizzato dall’Asproflor in collaborazione con l’ATL Distretto Turistico dei Laghi e la Coldiretti, con la consulenza dello Studio Urbaflor. Questa iniziativa di marketing turistico-ambientale è adottata con successo ormai da decenni da molti paesi: sono oggi infatti circa 25.000 le città e i villaggi che partecipano in Europa a concorsi di fioritura, con importanti ricadute sulla qualità della vita e sull’immagine turistica.
La nostra città è stata premiata con una targa indicante il premio speciale attribuito alle “vie fiorite cittadine”. Infatti, sono tre anni che vengono gli angoli fioriti – grazie al contributo ed alla cura dei privati cittadini – possono fregiarsi di tali targhe. Finora le hanno ottenute via Taffini d’Acceglio, via Armandi, vicolo Rosa Govone e corso Caduti per la Libertà.
Inoltre la città, grazie alle eccellenti fioriture dell’anno 2008 ed alla realizzazione di nuove fioriture nelle rotatorie (in particolare, quelle realizzate fronte all’Inps e presso la piscina comunale), nonché alle fioriture posizionate in prossimità dei cartelli indicanti “Savigliano” all’ingresso del centro abitato potrà sostituire le “vecchie” targhe segnaletiche indicanti i 2 fiori su 4 con quelli nuovi consegnati domenica ed indicanti 3 fiori su 4. «È un premio molto ambito – commenta Cussa – che gratifica i lavori svolti in questi anni. Savigliano è una città che investe molto nel verde ed i risultati sono finalmente arrivati anche grazie a questo premio di rilevanza nazionale. Poche sono le grandi città del Cuneese che credono a questa iniziativa e che arrivano ad ottenere quasi il massimo del punteggio, proprio perché la manutenzione del verde e delle fioriture chiede cura e tempo nonché la competenza nel settore. Questo premio è anche un riconoscimento ufficiale per coloro che lavorano ogni giorno per rendere più accogliente e curata la città: tecnici comunali, cantonieri e giardinieri».
All’interno delle fioriere del centro e delle rotatorie, nella seconda metà di novembre, verranno sostituiti i crisantemi (posati per le festività dei Santi) con le viole, che daranno un tocco di colore anche durante tutto l’inverno, in attesa delle fioriture di febbraio che porteranno composizioni di muscari, narcisi e tulipani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *