Home / Savigliano / Caccia al motociclista che “sgomma” in centro

Caccia al motociclista che “sgomma” in centro

moto.jpg

Bam! Sono passate da poco le 19 di lunedì e l’attenzione della gente che sta sciabattando sul “molo” in un’afosa giornata d’estate viene catturata da un singolare incidente: una moto da cross è appena finita contro un’auto dei Carabinieri, proprio nel bel mezzo dell’incrocio. Cosa ancor più strana, il giovane che fino a pochi secondi prima cavalcava le due ruote non è a terra dolorante, ma sta scappando a tutta velocità tra lo stupore dei passanti.
Il motivo è semplice. I Carabinieri stavano cercando proprio lui: avevano già ricevuto numerose chiamate dai cittadini che avvisavano le forze dell’ordine di un ragazzo che, a tutta velocità, stava viaggiando in lungo e in largo per le vie cittadine, incurante di ogni regola. Il giovane era appena passato in piazza Santarosa e via Tapparelli, zone notoriamente pedonali, sfrecciando tra i tavolini del dehors, impennando e procedendo a tutta velocità in ogni senso di marcia, anche in quelli proibiti. Poco prima era stato visto in piazza d’Armi, in corso Roma… pare stesse girando da un po’. Caso ha voluto che nessuno – specie anziani o bambini – sia finito lungo la sua traiettoria.
Ma torniamo sul molo: il ragazzo, che veste leggero – una maglietta ed un paio di bermuda chiare – parte a tutta velocità per scappare ai Carabinieri che, usciti dalla gazzella, lo rincorrono. Con loro, anche alcuni cittadini che hanno visto le sue prodezze. È caccia all’uomo. Il fuggitivo indossa il casco per non farsi riconoscere ed imbocca il passaggio di via Luigi Grassi. Svicolato nel dedalo di vie, giunto davanti a San Filippo si libera della zavorra del casco. Con il suo passo veloce riesce a seminare tutti coloro che si erano messi sulle sue tracce. I militari raccolgono il casco. La gente esce in strada: c’è chi dice di averlo visto o sentito. In molti, invece, si chiedono cosa stia succedendo.
Intanto, sul molo si forma la consueta folla di curiosi: la moto gialla è lì a terra, di fianco alla gazzella con il muso sbrecciato. Arrivano altre pattuglie: i Carabinieri setacciano Savigliano alla ricerca di quel ragazzo, che viene ritrovato però mezz’ora dopo a Marene. Si tratta di P.V., saviglianese di 18 anni. Per lui scatta la denuncia a piede libero per guida senza patente e sotto effetto di alcol e stupefacenti. La moto sulla quale viaggiava è risultata non assicurata e priva della revisione. L’operazione è stata portata avanti in modo congiunto da Polizia e Carabinieri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *